Shopping a Marrakech: i migliori negozi della capitale marocchina

Guarda l'immagine ›

Quando, per la prima volta, inizi a esplorare le strade e i souk di Marrakech, non puoi non restare colpito dallo sciame di ragazzi che ti assale. Cercano di venderti manufatti berberi, giri in taxi e addirittura scatti rubati durante la tua giornata da turista,. Ti senti stranito, riconosci di essere in una realtà molto diversa da quella da cui provieni, ma ne sei così affascinato che ti basta appena mezza giornata per riappacificarti con Marrakech e apprezzarne subito la vita brulicante, i suoi contrasti, il caos e la gente.
 I marocchini sono affabili, cortesi, ospitali e, come si dice, hanno le mani d’oro! La fama della loro antica arte artigiana li precede e immergersi nei mille negozi - più o meno grandi, più o meno famosi - della città, è un’esperienza di shopping a Marrakech che non puoi assolutamente perdere!

Qui qualche dritta per godertela al meglio e non lasciare indietro nulla:

Mercato delle Pulci di Bab el Khemis  

shopping1

Al di fuori delle rotte dei turisti e della ben più celebre Medina, si trova il quartiere popolare di Bab el Khemis. Bab in arabo significa porta e Baba el Khemis significa Porta del Giovedì. Proprio il giovedì dalle 8 alle 12 si tiene qui il più bello e caratteristico Mercato delle Pulci della città: un mix unico di oggetti da buttare via e di veri e di propri tesori dell’antico artigianato marocchino - come le bellissime porte di legno intagliato tipiche delle abitazioni locali - o risalenti al periodo coloniale francese e, quindi, all’art deco. Vero pezzo forte del mercato delle pulci di Bab el Khemis sono i bellissimi vasi verdi di Tamegroute, un piccolo paese nella Valle del Draa, a sud del Marocco: da (an)notare che i vasi che si trovano qui sono ben più pregiati di quelli policromi che invadono gli altri suq.

Fashion District, Mouassine

shopping3

Siamo in quello che è considerato il fashion district di Marrakech, a nord della Medina, ad appena qualche isolato da Piazza Jamaâ el-Fna. L’architettura ottocentesca, la fontana monumentale e una moschea del ‘500 fanno da cornice a un groviglio di stradine strette e piccole botteghe che fondono tradizione artigianale e modernità. Qui si trovano alcuni dei negozi di pregio di Marrakech: Khalid - galleria d’arte antiquaria très chic in cui reperire gioielli antichi, tappeti, fontane in marmo, pugnali e anche un’ottima selezione di arte islamica. L'oggetto più ricercato dai clienti glamour di Khalid? La tibia di un cammello intarsiata a mano e trasformata in calzascarpe per gli stivali da polo.
Qui nel quartiere di Mouassine si trova anche Max&Jan, negozio di abbigliamento all’avanguardia che si fa portavoce della nuova moda etica marocchina. Creato dai due fashion designer Maximilien Scharl, svizzero ma nativo di Casablanca e Jan Pauwels, belga, lo store è un luogo di culto per veri fashion addicted!

Souk Cherifia, Medina

shopping2

Noto ai più come il Souk dei Creativi, il Souk Cherifia è la patria dei giovani che hanno scelto di innovare una tradizione artigianale che ha radici antichissime. Qui hanno i loro negozi alcuni degli artisti/artigiani più interessanti della città: Lalla, con le sue borse in pelle scamosciata famose in tutta Marrakech; Sissimorocco, marchio della designer francese Sylvie Pissard che rende unici cuscini, tuniche, babbucce e piccoli accessori con dettagli déco davvero unici; Chabi Chic, con le sue stoviglie da collezione e Original Marrakech un negozio molto particolare specializzato nella creazione di oggetti personalizzati, che vanno dai cappelli alle lampade. Il posto giusto per un souvenir originale, appunto.

Marrakech è una città speciale, dai mille volti e dalle mille anime: trascorrere una vacanza qui significa immergersi in un turbinio di colori, sapori e profumi nuovi, senza lasciarsi scappare l’occasione di vivere un’esperienza di shopping nuova e… indimenticabile! Provare per credere.